La temperatura dell'umore

 

Ci sono attimi, o meglio dettagli, da cui ognuno può capire come sta. Come una sorta di termometro, dove a ogni riga corrisponde una temperatura, oppure dove ad ogni attenzione corrisponde un livello d’umore. Ad esempio, nel mio caso, sono:

• Quando passo la mano nel rosmarino per potertela annusare fino in ufficio

• Quando incontro qualcuno che non vedo da tempo e voglio solo sapere come sta

• Quando capisco se una cosa non la faccio perché non ho voglia o non ci riesco

• Quando l’ondeggiare dell’erba alta ai bordi delle strade mi ricorda il mare

• Quando entrando in casa penso "eccomi"

• Quando nel cassetto in cucina metto una forchetta alla volta

• Quando percepisco l’istante in cui una persona mi diventa amica

• Quando sono sotto ad un albero ma anche sopra le sue radici

• Quando riesco a comporre un piatto squisito ed è un uovo

• Quando vedo la schedina del Lotto e penso di non averne così bisogno

• Quando accade qualche cosa che non sopporto ma non mi dà fastidio

• Quando apro gli occhi di notte e non penso a niente

• Quando mi basta fare un solo movimento al ritmo di una canzone per averla ballata tutta

• Quando mi osservo le rughe e ci leggo la storia

• Quando devo prendere un pezzo di carta perché sto assistendo a un racconto

• Quando guardo i miei genitori e sembra tutto così semplice

• Quando c’è affinità e sembra quasi scontato

• Quando vedo alcune erbacce e penso che dovrebbero chiamarsi fiori

• Quando non mi ricordo quando una cosa è iniziata anche se è stato ieri

• Quando faccio un pezzo di strada e sto pensando a un sentiero

• Quando dico “buongiorno” a qualcuno anche se non mi sta guardando

• Quando so che ovunque io sia sentirò un merlo cantare.

Ecco, quando mi accorgo di tutte queste cose, è perché sto bene :-)